top of page

Cannabigerolo-CBG: cosa cambia dal CBD

Aggiornamento: 5 giorni fa

Con le ultime novità in ambito giuridico, dal 22 settembre 2023 il CBD in Italia, contro la legislazione europea, sarà inserito nella tabella delle sostanze stupefacenti e potrà essere venduto solo in farmacia con prescrizione medica.


Quindi quale cannabinoide può sostituire, almeno in parte, il tanto apprezzato CBD?


Una valida risposta è il CBG o cannabigerolo, un altro potente cannabinoide presente tra gli oltre 120 nella pianta della cannabis, dalle potenti proprietà curative. Cerchiamo di capire cos'è il CBG e quali sono i suoi benefici.


Il CBG ,in formula completa C21 H32 O2, è la forma decarbossilata dell'acido cannabigerolico, che a differenza del CBD, è uno dei cannabinoidi minori o molecola madre.

Presente naturalmente nella pianta della cannabis da sempre, in concentrazione media dell'1% nella maggior parte delle genetiche, chi ha avuto modo di provare il classico Olio CBD Full Spectrum - a spettro completo - di certo ha già goduto dei suoi benefici.


Con percentuali inferiori nella stessa pianta rispetto ad altri cannabinoidi più conosciuti, il CBG contribuisce durante la crescita della pianta alla formazione del THC e il CBD, di cui ha in comune con quest'ultimo la certezza di non avere nessun effetto psicotropo e molti effetti benefici ancora in fase di studio medico per il corpo umano, da segnalare alcuni studi dalla National Library of Medicine e della Aspet.



What CBG is


Quali sono i benefici del CBG?


Come anticipato, rispetto al già più che collaudato CBD, gli studi medici in merito sono ancora in fase di sviluppo ma di certo non sono meno gli effetti benifici sul nostro organismo. Essendo una "molecola madre" e lavorando in modo differente rispetto al CBD, ha le proprietà di migliorare anche gli effetti di altri cannabinoidi come il CBN o il THC con conseguenze positive sulle sue proprietà e sull'effetto entourage della pianta della cannabis.


Di seguito un elenco delle malattie trattate:


  • Malattia di Huntington - malattia neurodegenerativa del sistema nervoso

  • Morbo di Parkinson

  • Sclerosi Multipla

  • IBS - Sindrome da intestino irritabile

  • Cancro al seno

  • Disturbo d'ansia

  • Dolore Cronico

  • Infezioni Batteriche


Il CBG quindi si rivela un altro potente cannabinoide di cui ancora dobbiamo scroprire tuttle potenzialità e le controindicazioni ma che comunque promette bene per la cura di alcune malattie che ad oggi sono trattabili solo con farmaci specifici e che non provoca dipendeza od effetto psicotropo.


Come prendere il CBG?


La forma più comune di CBG disponibile in commercio è l'olio. In alternativa, gli oli CBD ad ampio spettro - full spectrum- contengono quasi tutti i cannabinoidi della cannabis che però sarà vietato in Italia se non con prescrizione medica.


Gli oli di CBG con terpeni, che sono responsabili dell'odore della pianta e si trovano in molte piante, tra cui frutta ed erbe sono una valida alternativa all'olio di CBD full spectrum. Da recenti studi l'uso dei cannabinoidi insieme ai terpeni aumenta la loro efficacia.


Alcune persone consumano CBG fumando cannabis light o fiori di CBG.


La legalità del CBG, a differenza del CBD per la sola Italia, è del tutto assicurata e i suoi benefici devono ancora essere del tutto scoperti.


Prendere CBG e CBD insieme non sembra avere nessuna contrindicazione, anzi, come per gli oli full spectrum, si ha solo che un riscontro positivo da un prodotto naturale dagli effetti quasi portentosi.




4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page